giovedì 11 dicembre 2008

Come ti stermino le blatte in 4 mosse.

Casalinghe e massaie di tutto il mondo i vostri guai sono finiti!
Se il vostro più acerrimo nemico si chiama Periplaneta americana, più comunemente nota con il nome di blatta, potete tirare un sospiro di sollievo.
E' l'insetto più infestante nelle città di tutto il mondo, si annida nei punti più umidi e nascosti della casa, sbuca all'improvviso mentre sposti un mobile, si riproduce deponendo le sue ooteche, capsule che possono contenere fino 16 uova, un po' dappertutto, prediligendo crepe ed interstizi per noi irraggiungibili.
Insomma una vera iattura!
Ma per loro non c'è più scampo!
Signore, state tranquille, il vostro strumento di sterminio non è un insetticida di ultima genererazione, tossico e maleodorante, il vostro più fedele alleato si chiama goniometro. Si, avete capito bene, goniometro.
Conservatene uno tra i vostri attrezzi nel ripostiglio perchè potrebbe tornarvi utile.
Nessuno scherzo!
Un gruppo di ricercatori del Cnr, cappeggiati da Paolo Domenici, applicando alcuni principi di statistica circolare, ha dimostrato che "gli scarfaggi fuggono dagli attacchi seguendo quattro traiettorie preferenziali".
Non una "ritirata" casuale e disordinata dunque, ma un progetto di fuga ben congegnato seguendo, secondo l'articolo pubblicato sulla rivista "Current Biology", persorsi di 90, 120, 150 e 180 gradi rispetto al predatore.
Smettiamola quindi di sventolare le nostre scope come fossero mazze da polo e trasformiamole, alla luce di questa nuova scoperta, in strumenti di "distruzione di massa" contro gli odiatissimi scarfaggi.
La prossima volta, quando il nemico sguscerà fuori da sotto la busta dell'immondezza, non perdete tempo in inutili urletti, afferrate la vostra scopa e colpite senza esitare, tanto ormai sapete dove andare a parare.

1 commento:

istranzu ha detto...

in anni di vita cagliaritana ho ucciso le blatte nei modi più disparati possibili, ma non so se sarei stato in grado di calcolare freddamente la possibile traiettoria dello schifoserrimo essere.. Monterò un vecchio goniometro sulla scopa, chissà.. :)